EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Articoli con tag ‘ telecom ’

Cobas TIM – Allora si può fare…

23. Aprile 2020 | Da

Con il comunicato del 25/05/2016 “La prima mancata erogazione del PDR in Telecom adesso Tim”, rivendicammo e indicammo, ai componenti sindacali della commissione sul PDR, la depurazione dall’EBITDA degli oneri non ricorrenti. La stessa richiesta venne avanzata nel 2017, in occasione della trattativa sul PDR, durante la quale i COBAS NON FIRMARONO L’ACCORDO, sul PDR,
[continua a leggere …]



Cobas TIM – La salute non è solo una parola

9. Aprile 2020 | Da

A valle del confronto avuto come obbligo di legge fra le RLS con HRO-HSE sull’aggiornamento della procedura COVID-19 in ambito tecnico, ci preme chiarire alcune questioni. Abbiamo immediatamente notato che “grazie” alla deroga prevista dal DPCM cosiddetto Cura Italia, specificatamente all’art.16 in cui si equiparano le mascherine chirurgiche ai DPI (FFP2-FFP3), queste sono state introdotte
[continua a leggere …]



Cobas TIM – Firmato un altro capitolo dell’integrativo aziendale

6. Dicembre 2019 | Da

L’accordo siglato il 4 dicembre chiude il secondo capitolo (forse il terzo capitolo considerando l’Accordo su Ferie e Permessi) di una trattativa che già il 18 luglio scorso stabiliva le parti economiche e inquadramentali, i permessi a recupero, il telelavoro sperimentale per alcuni addetti dell’area caring, l’estensione del telelavoro ecc. Hanno firmato le Segreterie Nazionali
[continua a leggere …]



Telecomunicazioni: Retribuzioni al palo!

5. Febbraio 2013 | Da

I dati ISTAT sono chiari. Le retribuzioni dei lavoratori e delle lavoratrici del settore rimangono ferme rispetto al Costo della Vita. Eppure con il CONTRATTO NAZIONALE e i SUCCESSIVI ACCORDI interconfederali, I sindacati ci avevano assicurato NON SOLO DELLA BONTA’ delle intese con le Aziende ma anche della Garanzia sul futuro roseo delle nostre retribuzioni.
[continua a leggere …]



C’era una volta il servizio pubblico. La comunicazione come diritto e non come merce.

4. Febbraio 2013 | Da

Poi nel 1992 la maggior parte del popolo italiano ha pensato che il male del Paese non fosse la classe politica che la ha governata e i partiti/sindacati che l’hanno svenduta. Bensì lo Stato e il concetto di pubblico, di bene di tutti. Dopo 20 anni, le privatizzazioni ci hanno regalato precarietà, caduta verticale del
[continua a leggere …]