EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Cobas TIM – Allora si può fare…

23. Aprile 2020 | Da | Categoria: TIM

Con il comunicato del 25/05/2016 “La prima mancata erogazione del PDR in Telecom adesso Tim”, rivendicammo e indicammo, ai componenti sindacali della commissione sul PDR, la depurazione dall’EBITDA degli oneri non ricorrenti.

La stessa richiesta venne avanzata nel 2017, in occasione della trattativa sul PDR, durante la quale i COBAS NON FIRMARONO L’ACCORDO, sul PDR, per la mancata “sterilizzazione” degli oneri non ricorrenti, ovvero di quegli importi che a causa delle uscite per finanziare gli ammortizzatori sociali e delle sanzioni/multe delle Authority che determinano  in modo significativo il raggiungimento della soglia di accesso al premio per l’elevato valore del target da raggiungere, “ il cosiddetto cancelletto” fissato al 100%.

Nel corso della trattativa al Ministero – MISE fatta nel 2018, che portò al rinnovo della Solidarietà per un anno, i COBAS proposero – PER RECUPERARE REDDITO – di eliminare il “cancelletto”.   Questa richiesta, che insieme ad altre, formalizzammo in una vera e propria proposta di trattativa, avrebbe concorso ad una RIDUZIONE DELL’ORARIO DI LAVORO” quasi senza perdita di salario. Ovviamente la proposta non venne accolta ma, il “CANCELLETTO” venne abbassato al 95%.

Inoltre ricordiamo quanto da noi rivendicato nel 2019 nel corso della trattativa per il secondo livello e per il CONTRATTO DI ESPANSIONE, che portò alla firma dell’accordo il 2 Agosto al MISE: l’obiettivo TARGET venne ulteriormente abbassato al 90% ma sempre senza lo scorporo degli oneri non ricorrenti dal calcolo dell’EBITDA.

Veniamo ad oggi

Azienda e sindacati hanno raggiunto l’accordo (annunciato il 6 aprile) che prevede l’erogazione dell’importo del PDR nella busta paga il 2 maggio,  nel comunicato nazionale di SLC_FISTEL_UILCOM viene espressamente dichiarato che, gli oneri non ricorrenti per il calcolo dell’EBITDA, sono stati sterilizzati.

Allora si può fare ed è possibile  cosi come, sarebbe cosa buona e giusta, che anche l’accordo sottoscritto lo scorso anno sul Pdr  per il triennio  2020-2022 si  modificasse tenendo in conto quanto da noi affermato nel lontano maggio 2016.

Allora…non è vero che non esistano proposte più serie di quelle di SLC-FISTEL-UILCOM.

Roma 20 Aprile 2019

COBAS TIM

Tags: , , , , ,

I commenti sono chiusi.